Messaggio

L'omaggio del presidente Napolitano a Torino

In occasione del centocinquantenario dell'Unità d'Italia il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è recato in visita a Torino, prima capitale d'Italia e culla di quella tendenza monarchico-moderata cresciuta negli anni Cinquanta dell'Ottocento e divenuta, infine, l'opzione vincente del Risorgimento.

La due giorni del presidente, accolto nel capoluogo subalpino dall'affetto dei torinesi, è stato denso di appuntamenti e commemorazioni. Non è mancato un incontro con le autorità della Regione Piemonte e con le principali personalità della cultura e dell'economia piemontesi. L'incontro si è tenuto al Teatro Regio, il teatro d'opera torinese.

Nel discorso tenuto da Napolitano davanti alle tante personalità che affollavano il teatro, il presidente ha rievocato il ruolo di primo piano che Torino, la dinastia sabauda e i liberali come Cavour ebbero nel processo risorgimentale, senza dimenticare che, nel corso della storia unitaria del Paese, la città subalpina, uno dei grandi centri industriali italiani, ha saputo realizzare, non senza difficoltà, quella fusione di tradizioni e persone da cui è sorto il popolo italiano.

Per poter vedere uno stralcio del discorso del presidente Napolitano clicca qui.