Messaggio

Il ruolo della Chiesa nei 150 anni di Italia unita, Alberto Melloni

Alberto Melloni è un illustre storico della Chiesa. In questa lunga intervista concessa a Giovanni Minoli, e disponibile sul sito della Rai, lo storico ripercorre i momenti salienti e più significativi del rapporto, spesso conflittuale ma comunque fondamentale tra il cattolicesimo (nelle sue varie forme organizzate) e lo Stato e la società italiane.

Il punto di partenza è individuato nella Prima guerra mondiale, momento di attrito tra la neutralità dichiarata dal Vaticano e la progressiva nazionalizzazione che si era operata nelle masse cattoliche di tutta Europa, Italia compresa. L'occasione, però, fu particolarmente significativa perché giungeva in concomitanza, di fatto, con la fine del dettato del "Non expedit".

Melloni ripercorre così la complessa storia delle relazioni che, per 150 anni, sono intercorse tra lo Stato italiano (nelle sue tre declinazioni, liberale, fascista e democratico) e la Santa Sede, la gerarchia ecclesiastica e il vasto mondo dell'associazionismo cattolico. La sua riflessione si spinge sin quasi ai nostri giorni, con l'analisi della revisione concordataria effettuata nel 1984.

Un utile "viaggio storico" che ci porta a considerare (come dice lo stesso Melloni) le celebrazioni del centocinquantenario un'occasione per riflettere sul percorso compiuto dal nostro Paese, piuttosto che non una mera idealizzazione dei personaggi e degli eventi che hanno contribuito alla sua creazione.

Per poter vedere l'intera intervista ad Alberto Melloni, clicca qui.