I palazzi del potere a Roma

Come tutte le capitali del mondo, anche Roma ha tra i propri vanti alcuni palazzi divenuti sede di importanti istituzioni nazionali o locali.

Il più significativo luogo di rappresentanza romano è senza dubbio il Palazzo del Quirinale, già residenza estiva dei papi poi, dopo il 1871, sede dei re d'Italia e, infine, sede della Presidenza della Repubblica. Il palazzo, che sorge sulla cima di uno dei colli della città, domina con la sua imponente mole, un meraviglioso panorama. Per una visita virtuale, clicca qui.

Un altro colle assai noto ai romani è il Campidoglio. Sull'omonima e splendida piazza (progettata da Michelangelo) affacciano il Palazzo senatorio, attuale sede del Comune di Roma, edificato sulle rovine di antichi edifici classici, il Palazzo dei Conservatori e il Palazzo Nuovo che oggi ospitano i musei capitolini. Al centro della piazza la copia del notissimo monumento equestre a Marco Antonio (l'originale è conservato nel Palazzo dei Conservatori). Per maggiori informazioni, clicca qui.

La sede della Provincia di Roma è invece Palazzo Valentini, a poca distanza dalla nota piazza Venezia. Il Palazzo, edificato a partire dalla fine del Cinquecento, è sede dell'Amministrazione provinciale sin dal 1873. Alcune amministrazioni hanno in tempi recenti recuperato l'edificio all'antica bellezza con importanti opere di recupero e restauro. A partire dal 2005 uno scavo archeologico ha portato alla luce un intero quartiere abitativo. Maggiori dettagli sono disponibili qui.

Tra i più noti palazzi sede di istituzioni in Roma vi sono indubbiamente il seicentesco Palazzo di Montecitorio, attuale sede della Camera dei Deputati (clicca qui), e Palazzo Madama, a lungo proprietà della famiglia Medici, poi passato allo Stato pontificio e, dopo il 1870, allo Stato italiano e attualmente sede del Senato della Repubblica (per maggiori informazioni clicca qui).

La sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri è invece Palazzo Chigi, storico palazzo romano passato allo Stato italiano nel 1916 e diventato sede dell'alta istituzione nel 1961 (per altre informazioni clicca qui). Il Palazzo delle Finanze, invece (clicca qui), è stato il primo grande edificio costruito dopo la presa di Roma del 1870 per volontà dell'allora ministro Quintino Sella (la cui scrivania è ancora conservata nella sede di via XX settembre) ed è la sede attuale del Ministero dell'Economia.